Il Fiume Gari

Il fiume Gari nasce nel cuore della città di Cassino, alle pendici di Montecassino e della Rocca Janula, alle spalle della Chiesa Madre (Piazza Corte).
Dopo un breve tratto sotterraneo, il fiume Gari riemerge all’interno del Parco XV Marzo 1944 o Villa Comunale di Cassino, dove forma il caratteristico laghetto, dividendosi in due rami che subito si ricongiungono all’interno dello stesso parco.

Lungo il suo percorso, il fiume Gari incrementa la sua portata grazie all’afflusso di molte fonti di acque sorgive, ma in particolare ricevendo le acque del fiume Rapido e quelle delle sorgenti delle Terme Varroniane.
Proseguendo il suo corso, si congiunge con il fiume Liri nel territorio comunale di Sant’Apollinare, dando vita al fiume Garigliano, che scorre per altri 38 km – mantenendo per tutto il percorso i confini naturali tra Lazio e Campania – fino al golfo di Gaeta, sfociando nel Mar Tirreno.